Beneficenza

 

                                                                                                                                                         Fotografia: Galli Marco, soggetto Gatto Pirandella

IL MIO PROGETTO DI BENEFICENZA

  Progresso, senso civico e disponibilità, la mia è un’azienda nuova e questi sono i principi sulla quale si fonda.

  Considero “avanguardia” tutto ciò che si sposa con il bene collettivo, il progresso come un modo per arricchire la qualità della vita di tutti e non per arricchirsi sotto altri punti di vista.

  Per questo, da subito, ho deciso di occuparmi  degli animali meno fortunati e la mia crescita sarà sempre in parallelo con la crescita delle donazioni che avrò modo di controllare personalmente, garantendo un buon uso delle risorse offerte dai clienti che scelgono il fotografo dei gatti.

  Come già scrissi precedentemente in un post su Facebook, una mano tesa verso di noi non è altro che il succedersi di una mano tesa verso gli altri. Questa è una delle radici del mio credo.

  La beneficenza è un ottima forma di pubblicità per chi prova a far crescere un progetto. Uno strumento sano per divulgare messaggi e diffondere un modello culturale che si basa sui principi precedentemente elencati.  Sono convinto che, dinnanzi a risultati, altri possano prendere in considerazione l’idea di condividere la crescita professionale con il progresso sociale. “L’emulazione” è una parola spesso usata per descrivere l’effetto negativo che può avere la cronaca di azioni criminose.  Trovo essenziale parlare di più di beneficenza, di opere buone  e dei benefici che le stesse portano alla nostra persona, alle nostre aziende e al nostro modo di intendere la vita.

  Mi piace essere una persona che crede nel bene, che la vita funziona sulla base di una logica, che serve essere positivi e che le nostre azioni non sono fini al nostro presente, ma mattoni che costruiscono il nostro benessere.

  E’ qualche anno ormai che viaggio con questi ideali e vi posso garantire che funziona.